Perché visitare la Spagna

Santiago_de_Compostela
Santiago de Compostela

 

Foto CC BY SA di NielsB

 

Qualcuno sta sciando, altri stanno facendo surf, altri ancora stanno facendo escursioni immersi nei mandorli in fiore, altri ancora sono a bocca aperta difronte ad un’opera d’arte. Ognuno sta facendo cose diverse, opposte tra loro eppure tutte avvengono nello stesso luogo: in Spagna.

Attività all’aria aperta

In Spagna c’è chi scia nei Pirenei, nel nord della Spagna, in Guadarrama vicino a Madrid e nella Sierra Nevada, in Andalusia e c’è chi va per musei e siti storici.
Nel frattempo, c’è chi sta facendo immersioni e windsurf nelle Canarie, e Baleari c’è chi va in bicicletta attorno alle isole e chi fa escursioni nei meravigliosi paesaggi fioriti.

La varietà delle coste, il paesaggio ed il clima danno l’opportunità davvero d scegliere tra tantissime tipologie di vacanza. Chi ama la natura può praticare il birdwatching, che oltre che vedere ed ascoltare gli uccelli da anche la possibilità di ammirare alcune delle zone del paese più belle e selvagge.

Anche le uscite in barca per cercare balene i delfini nel Golfo di Biscaglia o alle Canarie rappresenta una bella idea vacanza. Ben un terzo di tutte le specie di balene passano attraverso la rotta migratoria di Tenerife. Tutte le Canarie offrono una grande varietà di luoghi per fare meravigliose passeggiate a piedi e in bicicletta : dalle foreste lussureggianti ai paesaggi vulcanici ai sentieri costieri; inoltre queste zone fantastiche hanno anche le condizioni eccellenti per praticare tutti i tipi di sport acquatici.

Il cammino di Santiago

Chi volesse visitare tutta la Spagna camminando deve prendersi un mese e un buon paio di scarpe comode. Chi sceglie il famoso cammino di Santiago de Compostela sceglie di dividere il cammino in più in fasi, una settimana alla volta. Ci sono diversi itinerari meno noti di Santiago come la Via de la Plata, che segue percorsi romani attraverso Extremadura e Castila León, e la rotta dalla Ferrol, sulla costa della Galizia selvaggia. Per ottenere il riconoscimento ufficiale, è necessario camminare, (o usare la bicicletta) per percorrere uno degli itinerari, ma non c’è nulla che impedisce di fare un pezzo del pellegrinaggio solo per godersi la campagna, l’architettura e villaggi lungo la strada.

L’arte in Spagna

Natura ed arte non sono gli unici motivi per visitare la Spagna. Anche l’arte costituisce un ottimo motivo
Al Museo del Prado di Madrid si possono ammirare le migliori opere del mono e poi l’architettura di Gaudì a Barcellona, il Palazzo Alhambra di Granada.

La Città delle Arti e delle Scienze, Valencia, incorpora un’architettura imponente da Santiago Calatrava per promuovere le arti dello spettacolo.

E ancora il museo Guggenheim di Frank Gehry a Bilbao e la spettacolare città di Santiago Calatrava delle Arti e delle Scienze di Valencia. L’arte di Cantabria, il sito archeologico di Atapuerca, vicino alla città di Burgos, dove si trova la più antica testimonianza del DNA umano, risalente a 400 mila anni.

L’eredità moresca è visibile non solo in tutta l’Andalusia, ma anche in altre regioni, tra cui Valencia e Aragona. E poi le Chiese romaniche che punteggiano il paesaggio attraverso il nord del paese, dalla Catalogna alla Galizia.
Si potrebbe trascorrere parecchio tempo solo per visitare siti del patrimonio mondiale ce ne sono ben 44, tra cui strutture romane, come il faro Torre de Hércules a La Coruña, l’acquedotto di Segovia, le mura di Lugo e di vestigia sostanziali Mérida e Tarragona.

Gli amanti dell’arte potranno approfondire il mondo surreale di Salvador Dalí in provincia di Girona al suo museo di Figueres e la sua casa dal Mediterraneo in Cadaqués. In alternativa, è possibile visitare i musei Picasso di Barcellona e Malaga, dove è anche possibile rintracciare ritrovi dell’artista in percorsi intorno entrambe le città.

La Spagna insomma si conferma una meta davvero adatta ad ogni gusto, ad ogni turista, ad ogni tipologia di vacanza.

One thought on “Perché visitare la Spagna

  1. Nicolò 9 settembre 2015 at 08:33

    Non ho capiti

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web